Curatorship Education

ARIANNA ARCARA / Altra versione dello stesso

paesaggio
A project by Pinacoteca G.A. Levis
Curated by ARTECO (Ilaria Peretti, Beatrice Zanelli) and JEST (Francesca Cirilli)

In collaboration with Associazione turistica L’Eigo y cuento
Pinacoteca G.A. Levis, Chiomonte
16 October 05 June 2022

Sabato 16 ottobre, alla Pinacoteca G.A. Levis di Chiomonte, apre al pubblico la mostra Altra versione dello stesso paesaggio della fotografa Arianna Arcara, a cura di Beatrice Zanelli, Ilaria Peretti (ARTECO) e Francesca Cirilli (JEST – spazio per la fotografia). Il progetto è risultato vincitore dell’avviso pubblico “Strategia Fotografia 2020” promosso dalla Direzione Generale Creatività Contemporanea del Ministero della Cultura e ha inaugurato la serie di residenze d’artista a cura della Pinacoteca G.A. Levis di Chiomonte. L’obiettivo è ospitare fotografi e artisti contemporanei, coinvolgendoli nella rilettura delle opere del paesaggista Giuseppe Augusto Levis – attivo durante i primi vent’anni del Novecento – e alimentando un confronto permanente con la Val di Susa: la sua natura, le sue tradizioni e le sue comunità, al fine di incrementare le collezioni civiche con un nucleo di opere contemporanee.  

Arianna Arcara, membro del collettivo Cesura, porta avanti una pratica che indaga il significato e la forma sempre più mutevole dei “confini”, naturali, urbani e culturali innescando processi partecipativi che diventano parte dell’opera stessa. Nel dialogo, concreto e duraturo, attivato con la comunità valsusina ha cercato di delineare uno spaccato contemporaneo, sociale e paesaggistico del territorio per rappresentare ciò che lei stessa ha definito un’«Altra versione dello stesso paesaggio». I paesaggi e i ritratti di bambini, adolescenti e giovani adulti, restituiscono uno scenario comune ad altri contesti isolati, dove l’equilibrio tra un’eccessiva antropizzazione e l’ambiente naturale dà vita a forti contraddizioni e complessità. La mostra è accompagnata dalla pubblicazione Altra versione dello stesso paesaggio edita da Cesura Publish, che sarà presentata in occasione dell’opening. 

Il progetto espositivo di Arianna Arcara entra così in dialogo con le opere della Pinacoteca G.A. Levis che ha riaperto al pubblico lo scorso maggio, con una veste totalmente rinnovata, con il sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo nell’ambito del bando “Luoghi della Cultura”. Ospitata nelle splendide sale del cinquecentesco palazzo già Paleologo di Chiomonte, la Pinacoteca G.A. Levis accoglie un prezioso nucleo di opere, realizzate dall’artista chiomontino durante i primi vent’anni del Novecento, accanto alla neonata Collezione Etnografica.

Completa la proposta espositiva un calendario di attività educative per tutti i pubblici, calibrato sull’andamento della pandemia Covid19, in modo da offrire ai visitatori la più ricca esperienza di visita possibile. In piena sicurezza, saranno coinvolte scuole del territorio in collaborazione con associazioni locali e organizzati un programma di percorsi guidati tematici e attività dedicate alle famiglie. 

Saturday 16 October, at Pinacoteca G.A. Levis of Chiomonte, the exhibition Altra versione dello stesso paesaggio by photographer Arianna Arcara opens to the public, curated by Beatrice Zanelli, Ilaria Peretti (ARTECO) and Francesca Cirilli (JEST – space for photography). The project was the winner of the public notice  “Strategia Fotografia 2020” promoted by the Directorate General for Contemporary Creativity of the Ministry of Culture and inaugurated the series of artist residencies curated by Pinacoteca G.A. Levis of Chiomonte. The goal is to host contemporary photographers and artists, involving them in the reinterpretation of the works of the landscape painter Giuseppe Augusto Levis – active during the first twenty years of the twentieth century – and feeding a permanent comparison with the Susa Valley: its nature, its traditions and its communities, in order to increase the civic collections with a nucleus of contemporary works.

Arianna Arcara, a member of Cesura collective, carries on a practice that investigates the meaning and the increasingly changing form of natural, urban and cultural “borders”, triggering participatory processes that become part of the work itself. In the concrete and lasting dialogue, activated with the Valsusian community, she tried to outline a contemporary and social insight of the territory to represent what she defined as an “other version of the same landscape”.

The landscapes and portraits of children, adolescents and young adults describe  a scenario common to other isolated contexts, where the balance between excessive anthropization and the natural environment gives rise to strong contradictions and complexity. The exhibition is accompanied by the publication Altra versione dello stesso paesaggio published by Cesura Publish, which will be presented on the occasion of the opening.

Arianna Arcara’s exhibition project thus enters into dialogue with the works of the Pinacoteca G.A. Levis which reopened to the public last May, with a totally renewed appearance, with the support of Fondazione Compagnia di San Paolo as part of the call “Luoghi della cultura”. Pinacoteca G.A. Levis houses a precious nucleus of works, produced by the artist from Chiomonte during the first twenty years of the twentieth century, alongside the newly created Ethnographic Collection.

The exhibition proposal is completed by a calendar of educational activities for all audiences, calibrated on the progress of the Covid19 pandemic, in order to offer visitors the richest visiting experience possible. In complete safety, local schools will be involved in collaboration with local associations and a program of thematic guided tours and activities dedicated to families will be organized.